NewsRoyalties in dogana: la prima sentenza di merito dopo i casi “Puma”

18 Dicembre 2018

La Commissione tributaria provinciale di La Spezia, con la sentenza 3 dicembre 2018, n. 370, ha affermato che le royalties non devono essere incluse nel valore doganale della merce in assenza di un legame, anche indiretto, tra il licenziante e il fornitore estero, ossia se il licenziatario è libero di scegliere il produttore terzo.

Come noto, ai fini doganali, il controllo deve essere inteso “in un’accezione ampia: da un lato, sul piano della fattispecie, perché è assunto per la sua rilevanza anche di fatto; dall’altro, su quello degli effetti, perché ci si contenta dell’effetto di “orientamento” del soggetto controllato” (Cass., sez. trib., 6 aprile 2018, n. 8473).

Rientrano in tale nozione una serie di situazioni, da valutare caso per caso, elencate, a titolo esemplificativo, dalla Commissione europea, le quali individuano penetranti forme di ingerenza del licenziante su tutta la filiera produttiva e distributiva estera, quali il controllo sulla produzione, sulla logistica e sulla consegna delle merci, sul rifornimento dei materiali, sui possibili acquirenti e sui prezzi di vendita.

Sulla base di tali indicatori, la Corte di Cassazione ha ritenuto che i diritti di licenza devono essere addizionati al valore di transazione qualora il titolare del marchio è dotato di poteri di controllo sulla scelta del produttore e sulla sua attività (ex pluribus, Cass., sez. trib., 15 ottobre 2018, nn. 25647, 25646, 25645; Cass., sez. trib. 12 ottobre 2018, nn. 25438 e 25437).

In linea con tali sentenze, i giudici di merito hanno precisato che non sussiste legame tra licenziante e fornitore estero se “i licenzianti non impongono i produttori terzi alla licenziataria, non ne indirizzano la scelta e non impongono l’utilizzo di determinati materiali o particolari componenti”.

Ne consegue, pertanto, che se la licenziataria è contrattualmente libera di scegliere il fornitore dei prodotti licenziati senza alcun vincolo, le royalties non devono essere daziate in dogana.

Studio Legale UBFP

Via Bartolomeo Bosco 57 int. 1B
16121 Genova,Italia
Tel. +39 010 8570717
segreteria@ubf-lex.it


Via Fabio Filzi 2
20124 Milano,Italia
Tel. +39 02 87165991