NOVITA’ E FORMAZIONEUltime notizie

Con la decisione DS316 l’Organizzazione mondiale del commercio (Wto) ha aperto la strada ai dazi americani sulle importazioni provenienti dall’Unione Europea, giustificati dai sussidi pubblici ricevuti dalla società aeronautica francese Airbus. I giudici del Wto hanno stimato in 7,5 miliardi di dollari le contromisure adottabili per il danno equivalente, causato a Boeing dai sussidi erogati ad Airbus e considerati illegittimi. Gli Stati Uniti, pertanto, dal 18 ottobre prossimo, imporranno maggiori dazi, per un'aliquota pari al 25%, su importazioni di determinati prodotti provenienti dall'Unione europea.

La Corte di Cassazione, con la sentenza 8 ottobre 2019, n. 25057, ha affermato che se le voci doganali dichiarate all’atto della reimportazione in regime di perfezionamento passivo non sono comprese, per un errore nella digitazione dei codici, negli elenchi dei prodotti compensatori o trasformati autorizzati, il contribuente risponde dei maggiori dazi.

Il recesso del Regno Unito dall’Unione europea senza il raggiungimento di un accordo sembra essere sempre più vicino. Proprio in questi giorni si susseguono le negoziazioni per evitare di arrivare alla fatidica data del 31 ottobre senza un piano preciso che regoli l’uscita britannica.

Studio Legale UBFP

Via Bartolomeo Bosco 57 int. 1B
16121 Genova,Italia
Tel. +39 010 8570717
segreteria@ubf-lex.it


Via Fabio Filzi 2
20124 Milano,Italia
Tel. +39 02 87165991