NewsI nuovi codici di nomenclatura combinata in vigore dal 1° gennaio 2020

7 Novembre 2019

Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea è stato pubblicato il Reg. UE 9 ottobre 2010, n. 1776, che, a partire dal 1° gennaio 2020, modifica e aggiorna l’allegato I del Regolamento (CEE) n. 2658/87 del Consiglio, relativo alla nomenclatura tariffaria e statistica e alla tariffa doganale comune.

Il Reg. CEE n. 2658/87, come noto, ha affiancato al Sistema armonizzato (SA) quello della nomenclatura combinata, allo scopo di ottenere un maggior dettaglio merceologico.

Se il CDU disciplina la classificazione doganale, l’aggiornamento della NC e della Taric è demandato all’emanazione di un regolamento di esecuzione, che, di solito, avviene nel mese di ottobre di ogni anno ed entra in vigore il 1° gennaio dell’anno successivo. Tale regolamento modifica i codici di NC tenendo conto dell’evoluzione delle esigenze in materia di statistiche e di politica commerciale nonché degli sviluppi tecnologici, cancellando i codici obsoleti e introducendo nuove sottovoci per agevolare il monitoraggio di merci specifiche (cfr. art. 3 del Reg. (CEE) 2658/87).

In considerazione di tali recenti modifiche, che entreranno in vigore nel breve termine, è importante che gli operatori colgano l’occasione per analizzare i codici NC attualmente attribuiti ai prodotti, al fine di valutare tutte le formalità doganali connesse all’importazione e all’esportazione.

Come noto, infatti, l’attribuzione del corretto codice NC, in importazione, è necessario per determinare non soltanto i dazi dovuti, ma anche l’Iva all’importazione, nonché le altre misure impositive applicate a specifici prodotti, come le accise, le restrizioni quantitative e le disposizioni sanitarie o fitosanitarie.

In esportazione, invece, non essendo attualmente previsti diritti doganali “in uscita”, la corretta classificazione di un prodotto consente all’operatore di valutare se vi sono particolari controlli (ovvero restrizioni o proibizioni in esportazione verso un determinato Paese extra-Ue) nonché, con riferimento alle caratteristiche tecniche e all’uso finale del prodotto, se lo stesso rientra tra i cc.dd. beni dual use.

Studio Legale UBFP

Via Bartolomeo Bosco 57 int. 1B
16121 Genova,Italia
Tel. +39 010 8570717
segreteria@ubf-lex.it


Via Fabio Filzi 2
20124 Milano,Italia
Tel. +39 02 87165991