NewsSì alla detraibilità in Dogana per l’Iva pagata sui beni noleggiati

21 Gennaio 2019

A seguito della risposta all’interpello 11 gennaio 2019, n. 6, l’Agenzia delle entrate ha fornito importanti chiarimenti in merito alla possibilità di detrarre l’Iva a seguito dell’importazione di beni noleggiati.

Nel caso di specie, una società belga acquista pallets da fornitori extra-Ue, concedendoli successivamente a noleggio a un’impresa residente in Italia.

Quest’ultima riceve i beni direttamente dal fornitore extracomunitario (provvedendo, di fatto, a importare la merce), corrisponde un canone all’impresa belga e sub-noleggia i pallets ai propri clienti.

Alla luce dello schema descritto, l’operatore italiano ha richiesto all’Ufficio se è possibile detrarre l’Iva pagata in importazione, in virtù di un accordo di noleggio, nonostante la proprietà dei pallets rimanga in capo all’impresa belga.

L’Agenzia delle entrate ha confermato la possibilità per il soggetto italiano di portare in detrazione l’Iva relativa ai beni oggetto di importazione da Paesi extra-UE.

Ai fini dell’esercizio del diritto alla detrazione, a parere dell’Agenzia, è rilevante il fatto che l’importazione sia connessa direttamente e in modo immediato con l’attività svolta dal soggetto importatore.

L’Ufficio ha, inoltre, evidenziato che, secondo la giurisprudenza della Corte di Giustizia (sentenza 14 settembre 2017, C-132/16) nell’ambito dell’applicazione del criterio del “nesso diretto”, l’Amministrazione finanziaria deve considerare tutte le circostanze in presenza delle quali si siano svolte le operazioni e tener conto unicamente delle transazioni che siano oggettivamente connesse all’attività imponibile del soggetto passivo.

La sussistenza di tale nesso deve pertanto essere valutata alla luce del contenuto oggettivo dell’operazione considerata.

In virtù dei sopra richiamati principi, l’Agenzia ritiene che la società interpellante abbia il diritto di detrarre l’Iva assolta in relazione alle predette importazioni, concernenti beni indispensabili per la propria attività e, pertanto, compiute in stretta connessione con le finalità economiche perseguite.

Ciò nel presupposto che le spese relative alla predetta importazione influenzino il prezzo dei servizi (operazioni che conferiscono il diritto di detrazione) resi dalla società interpellante ai propri clienti in forza del sub-noleggio.

 

Studio Legale UBFP

Via Bartolomeo Bosco 57 int. 1B
16121 Genova,Italia
Tel. +39 010 8570717
segreteria@ubf-lex.it


Via Fabio Filzi 2
20124 Milano,Italia
Tel. +39 02 87165991