NewsRequisizione di merci destinate a Enti pubblici: l’operatore ha diritto al rimborso/sgravio dei diritti doganali

30 Marzo 2020

L’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli, come noto, è soggetto attuatore delle requisizioni di merci laddove disposto dal Commissario Straordinario all’emergenza.

Tali beni, poiché requisiti per essere destinate ad Enti pubblici, devono rientrare nell’applicazione delle sospensioni dal pagamento dei diritti doganali.

Al riguardo, poiché la requisizione ha tra i suoi effetti il rimborso o lo sgravio dei diritti pagati o da pagare, successivamente alla notifica della requisizione l’Ufficio procederà alla invalidazione della dichiarazione doganale originaria, con motivata autorizzazione, e al conseguente rimborso o sgravio. Contemporaneamente, l’Agenzia dovrà acquisire corrispondente dichiarazione di importazione in franchigia da parte dell’Ente pubblico destinatario della merce oggetto di requisizione. Qualora la requisizione avvenga antecedentemente alla presentazione della dichiarazione doganale, l’Ufficio – per la sua corretta uscita della merce dagli spazi doganali – deve acquisire idonea dichiarazione di importazione in franchigia, da presentarsi a cura dell’Ente Pubblico destinatario della merce in questione.

Riferimenti: Determinazione direttoriale Prot. N. 101115 del 27 marzo 2020

Nota Prot. 100563/RU del 27 marzo 2020

Studio Legale UBFP

Via Bartolomeo Bosco 57 int. 1B
16121 Genova,Italia
Tel. +39 010 8570717
segreteria@ubf-lex.it


Via Fabio Filzi 2
20124 Milano,Italia
Tel. +39 02 87165991