NewsBrexit: rimandato al 1° ottobre 2021 l’obbligo di produrre i certificati sanitari

15 Marzo 2021

Con una dichiarazione dell’11 marzo 2021 Michael Gove, ministro dell’Ufficio di Gabinetto britannico, ha comunicato la decisione del governo di differire l’introduzione dei controlli previsti dal 1° Aprile prossimo al 1° Ottobre 2021.

Tale previsione è stata motivata dalle richieste ricevute sia dagli operatori economici e che dalle stesse istituzioni doganali Uk, di avere più tempo a disposizione per consentire l’adeguamento ai nuovi requisiti previsti dall’Accordo sulla Brexit.

In particolare, è stata condivisa la seguente scaletta temporale di introduzione dei controlli:

  • I requisiti di pre-notifica per i prodotti di origine animale (Products of Animal Origin – POAO), alcuni sottoprodotti di origine animale (animal by-products – ABP) e alimenti ad alto rischio non di origine animale (High Risk Food Not Of Animal Origin – HRFNAO) non saranno richiesti fino al giorno 1 ottobre 2021. I requisiti del certificato sanitario di esportazione per il POAO e alcuni ABP entreranno in vigore alla stessa data.
  • Le dichiarazioni doganali di importazione saranno ancora richieste, ma la possibilità di utilizzare il sistema di dichiarazione in differita, compresa la presentazione di dichiarazioni supplementari fino a sei mesi dopo l’importazione delle merci, è stata prorogata al 1 gennaio 2022.
  • Le Safety and Security Declarations per le importazioni saranno richieste dal giorno 1 gennaio 2022.
  • Per i prodotti POAO, determinati ABP e HRFNAO, i controlli fisici SPS non saranno richiesti fino al 1 gennaio 2022. Da quella data, si svolgeranno regolarmente ai posti di controllo delle frontiere.
  • I controlli fisici SPS sugli impianti ad alto rischio avranno luogo presso i posti di controllo frontalieri, anziché nel luogo di destinazione effettivo, a decorrere dal 1 gennaio 2022.
  • Per le piante e i prodotti vegetali a basso rischio saranno richiesti requisiti in materia di notifica preliminare e controlli documentali, compresi certificati fitosanitari, a decorrere dal 1 gennaio 2022.
  • I controlli ai Border Control Posts su animali vivi, piante e prodotti vegetali a basso rischio, saranno effettuati a decorrere da marzo 2022.

Riferimenti: Border Controls, Statement on 11 March 2021, UIN HCWS841

Studio Legale UBFP

Via Bartolomeo Bosco 57 int. 1B
16121 Genova,Italia
Tel. +39 010 8570717
segreteria@ubf-lex.it


Via Fabio Filzi 2
20124 Milano,Italia
Tel. +39 02 87165991