NewsLa Cassazione si pronuncia sulle royalties in Dogana: fondamentale la valutazione circa il controllo del licenziante sui fornitori

25 Giugno 2020

Con la sentenza 5 giugno 2020, n. 10687, la Corte di Cassazione si è nuovamente pronunciata in tema di tassazione dei diritti di licenza (royalties) in Dogana, escludendone la daziabilità in caso di insussistenza del controllo del licenziante sui fornitori.

In particolare, per escludere l’esistenza di tale controllo, la Suprema Corte ha osservato che, nel caso di specie, i fornitori: a) non erano imposti dai licenzianti medesimi; b) non erano a questi legati da rapporto contrattuale; c) non erano soggetti a controlli di fatto da parte dei licenzianti stessi sulla produzione, sulla logistica o sulla consegna delle merci.

Oltre a ciò, la Corte ha rilevato che non era riconosciuto ai licenzianti un potere di interdizione della produzione o della consegna delle merci al licenziatario, a tutela del credito avente ad oggetto il pagamento delle royalties.

Il controllo previsto all’interno del contratto stipulato fra licenziante e licenziatario è stato considerato dalla Cassazione un mero controllo di qualità della merce prodotta con il marchio oggetto di licenza (finalizzato alla protezione dell’immagine del titolare del segno distintivo presso i consumatori) ma non un controllo sullo svolgimento dell’attività produttiva.

La sentenza in commento, dunque, tramite un puntuale parallelo tra la vecchia disciplina del Codice doganale comunitario (vigente all’epoca dei fatti) e la nuova disciplina prevista nel Codice doganale dell’Unione (Cdu), conferma l’importanza di monitorare i contratti di licenza al fine di mitigare o espungere le clausole relative al controllo sulla produzione da parte del licenziante.

Tale attenzione, tra l’altro, deve essere ancora maggiore alla luce del nuovo Cdu che – per stessa ammissione della Cassazione – contiene una nozione di controllo più ampia e generica.

Lo Studio UBFP rimane a disposizione dei Clienti per la revisione dei contratti di licenza nonché per ogni consulenza in tema di valore delle merci (ivi compresa la possibilità di effettuare il ruling sul valore).

Riferimenti: Cass. sentenza 10687 del 5.6.20

Studio Legale UBFP

Via Bartolomeo Bosco 57 int. 1B
16121 Genova,Italia
Tel. +39 010 8570717
segreteria@ubf-lex.it


Via Fabio Filzi 2
20124 Milano,Italia
Tel. +39 02 87165991