NewsNota di variazione per prestazioni ricevute da soggetto non residente: come comportarsi

31 Maggio 2021

In caso di prestazioni di servizi rese da soggetto passivo estero e venute meno a causa di risoluzione contrattuale, il soggetto italiano committente, che ha assolto l’imposta tramite reverse charge, ha sempre la possibilità di variare in diminuzione l’imponibile/imposta dell’operazione, operando la conseguente detrazione. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la risposta a interpello n. 308 del 2021.

In particolare, nel caso sottoposto all’attenzione dell’Ufficio, una società italiana, nel novembre 2020, ha acquistato un licenza software da un soggetto UK, salvo poi risolvere il contratto a causa di una serie di problemi tecnici riscontrati dopo l’installazione. A seguito della disdetta il fornitore UK ha rimborsato il committente nazionale, il quale, ai sensi dell’art. 17, d.p.r 633 del 1972, aveva precedentemente assolto l’Iva in Italia con le modalità del reverse charge.

Non avendo ricevuto alcuna nota di credito da parte del committente UK, a storno dell’operazione precedentemente ricevuta, l’Istante si chiede quale siano i corretti adempimenti da operare.

Nel caso di specie, l’Agenzia delle Entrate ha avuto modo di precisare che, venuta meno l’operazione con la restituzione di quanto corrisposto, l’istante deve attenersi alle seguenti istruzioni:

a) entro un anno dall’operazione potrà emettere nota di variazione in diminuzione riferita alla stessa;

b) la nota, se elettronica via SdI, avrà come tipo documento “td17 integrazione/autofattura per acquisto servizi dall’estero”;

c) emessa la nota l’istante dovrà operare le conseguenti annotazioni nei registri Iva;

d) laddove non si avvalga dello SdI, ma preferisca procedere in via analogica, il cessionario sarà tenuto all’invio dei dati dell’operazione ex articolo 1, comma 3-bis, del d.lgs. n. 127 del 2015.

Sulla base delle indicazioni fornite, la possibilità di procedere attraverso emissione di nota di credito è da ritenersi direttamente in capo al soggetto nazionale che potrà modificare l’imposta assolta attraverso reverse charge.

Studio Legale UBFP

Via Bartolomeo Bosco 57 int. 1B
16121 Genova,Italia
Tel. +39 010 8570717
segreteria@ubf-lex.it


Via Fabio Filzi 2
20124 Milano,Italia
Tel. +39 02 87165991